Il semaforo verde si è acceso e le società concorrenti sono finalmente partite. Non stiamo parlando di auto come Ferrari, Red Bull o Mclaren, ma di compagnie di telefonia mobile italiana come Tim, Vodafone, Wind e Tre.  La gara ha ormai avuto inizio da diversi mesi ed anche se al traguardo non è ancora arrivato nessuno, vale la pena aspettare dato che il trofeo è l’attesissima rete dati di quarta generazione (4G) o meglio conosciuti da molti sotto il nome di LTE (Long Term Evolution).

LTE in Italia – manca pochissimo

Fino a qualche settimana fa, si pensava che l’Italia sarebbe stata ricoperta dalla rete LTE solamente tra Dicembre 2012 e Gennaio 2013, ad oggi invece possiamo dirvi che la Telecom Italia Mobile (Tim) inizierà la fornitura a partire dal 7 Novembre 2012. Naturalmente inizialmente non sarà tutto il territorio italiano ad essere ricoperto dalla 4G, le privilegiate infatti saranno solamente quattro città ovvero Roma, Milano,  Napoli e Torino.Invitiamo però i non residente delle quattro città appena citate, a non preoccuparsi dato che la Tim assicura che entro la fine del 2012 assicurerà il servizio in molte provincie italiane.

Cerchiamo però di capire se vale realmente la pena aspettare con ansia questa LTE.

Partiamo dal fatto che la linea 4G, darà l’opportunità di navigare ad una velocità che in Download sarà di 100 Mbit al secondo ed in Upload invece sarà di 50 Mbit al secondo. I paesi che già hanno la possibilità di navigare a queste frequenze ci informano che la LTE consentirà di scaricare una canzone in pochi secondi ed un film in meno di un minuto. Certo un pò di scetticismo ci sta. Spesso le compagnie di telefonia mobile e non, hanno presentato le proprie linee internet promettendo prestazioni che pochissime persone hanno sfruttato. Certo non potremo pretendere tutto subito soprattutto da una tecnologia avanzata che allo stesso tempo è molto articolata. Naturalmente ci vorrà del tempo per consentire ai gestori di completare tutte le infrastrutture della LTE, cosi come ci vorrà del tempo per regolare e controllare le frequenze di rete, fatto sta che a noi tocca pazientare ed affidarci alle compagnie telefoniche. Va assolutamente apprezzato quindi come l’Italia e i giganti della telefonia, hanno reagito a questa nuova tecnologia.
La Tim in particolare non solo ha bruciato le tappe, ma ha anche iniziato ad offrire al pubblico, dispositivi predisposti alla LTE abbinati a piani tariffari in abbonamento che risulterebbero vantaggiosi. Tocca quindi solamente agli interessati della 4G, iniziare a provvedere ad acquistare i dispositivi adatti per volare in rete.

Voi che ne pensate? Vi ispira la tecnologia 4G LTE? Sareste disposti ad investirci ca. 30€ al mese?


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Tim & LTE? Ci siamo quasi, 10.0 out of 10 based on 2 ratings