Telecom Italia Mobile dà una decisa sterzata al mondo della telefonia mobile italiana, estendendo a 139 il numero dei comuni italiani dove sono già in funzione i nuovi servizi Tim sulla piattaforma 4G LTE, raggiungendo in tal modo una copertura di circa il 25% della popolazione a livello nazionale. Si tratta di una percentuale destinata a salire ulteriormente, il 60% nel 2015. Le ultime città, in ordine di tempo, a dotarsi dei nuovi servizi ultra internet 4G(che permettono una trasmissione dati con una velocità fino a 100 Mbit/s in download e fino a 50 Mbit/s in upload), sono Lecce, Trieste, Novara, Casoria, Ragusa, Gela e Carpi.

Il contributo di Telecom

In una recente nota diramata dalla compagnia, si legge; “Grazie alla tecnologia LTE, che offre una velocità di download 5-10 volte superiore a quella della rete HSPA a 14,4 Mbps e più del doppio rispetto a quella offerta dalla tecnologia HSPA a 42 Mbps, un numero sempre crescente di clienti Tim può usufruire di prestazioni e livelli di servizio che migliorano nettamente l’esperienza della navigazione internet, consentendo la fruizione di contenuti innovativi in mobilità, come il video streaming in HD”.

Un’offerta completa

E’opportuno, ed anche interessante far notare che, dei 139 comuni “criptati” dalla piattaforma 4G-Lte, 47 sono città di dimensioni medio-grandi, come Roma, Milano, Pisa, Napoli, Bari, Taranto, Palermo, Brescia e Torino. Ricordiamo che la proposta commerciale di Tim, valida sia per il settore clientela che per quello business, riguarda principalmente l’uso di tablet, modem, smartphone e chiavette, e si caratterizza per dei livelli di servizio, di trasmissione e di traffico dati nettamente superiori ai canoni della piattaforma 3G.

Infine, puntando l’attenzione su un altro grande colosso telefonico, la Wind, vi è da sottolineare che, dopo l’accordo da questi raggiunto con Huawei e Sirti per la diffusione del 4G in tutta Italia, l’amministratore delegato di Wind Maxino Ibarra ha dichiarato: “Inizia ora un percorso che ci porterà verso il 5G, ovvero l’Imt-Advanced, oltre il muro dei 100 megabit.”

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)