I sondaggi da sempre affascinano il popolo italiano e soprattutto, vengono tenuti in considerazione quando, nella valutazione di un qualcosa, si preferisce ascoltare il parere di molti altri. Insomma chi non ha mai fatto sondaggi su un qualcosa che doveva acquistare oppure su un qualcosa che semplicemente risultava essere interessante? D’altronde non fa di certo male a nessuno ascoltare o leggere i pareri altrui su di un qualcosa. Oggi da come ormai si è capito vogliamo parlarvi proprio di alcuni sondaggi che sono stati effettuati in rete, circa la linea Lte (4G). C’è da specificare però che la tipologia di sondaggio è stata particolarmente interessante dato che dopo alcune prime domande circa il servizio Lte, si è preferito scindere il sondaggio, proponendo domande non più a sfondo generico sulla tecnologia Lte, ma specifiche, al fine di analizzare i gestori telefonici che oggi rendono l’Italia, o meglio parte dell’ Italia, più veloce. Non vi neghiamo quindi che solamente Tim, Vodafone e Tre Italia sono stati protagonisti  dei sondaggi. Wind come sappiamo, inizierà a diffondere il servizio Lte non prima del Marzo 2013. Immaginando che la curiosità aumenti, vi sveliamo subito i risultati dei suddetti sondaggi.

Gli aspetti positivi e gli aspetti negativi del 4G secondo i consumatori

A differenza dei sondaggi, vi forniremo i risultati degli stessi, in maniera generica. Preferiamo proporveli in questo modo perchè in realtà le considerazioni del popolo italiano sul 4G Tim, su quello Vodafone e su quello Tre Italia, sono molto ma molto simili. Per quanto riguarda gli aspetti positivi dell’ 4G italiano, c’è da dire che i cittadini hanno apprezzato molto il fatto che la velocità della tecnologia Lte, rispecchia le premesse, nonostante al momento non si toccano i 100 Mbyte/s. Un altro aspetto che risulta essere positivo, è sicuramente la tenuta del segnale. Infatti i consumatori hanno apprezzato molto la stabilità del segnale. Per quanto riguarda gli aspetti negativi, il primo è forse scontato, dato che ci riferiamo al fatto che ad oggi solo in poche città è possibile sfruttare l’ultra veloce. Il secondo aspetto negativo invece risulta assumere uno sfondo economico. Infatti i consumatori non sono per niente felici dei prezzi da pagare per abbonarsi al 4G. D’altronde i costi si aggirano intorno ai 35 euro mensili che comunque si andrebbero ad aggiungere ad altri costi di tariffe abbonamento o ricaricabili per le chiamate e gli sms.

Un paese in difficoltà che non può abbracciare una tecnologia costosa

Spesso ci ritroviamo ad ascoltare in radio o in Tv la situazione economica italiana che ad oggi risulta essere critica, e forse è in quel momento che capiamo il vero limite del 4G. Così come ci suggeriscono i consumatori, il costo del servizio è il vero limite. Sicuramente c’è una bella fetta della popolazione italiana che avrà la possibilità di abbonarsi al servizio Lte, ma per molto altri, il 4G è solamente un miraggio. Speriamo quindi che presto le compagnie renderanno il 4G, una tecnologia per tutti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

Pro e contro della tecnologia Lte, 9.3 out of 10 based on 4 ratings