In un periodo dove la crisi economica colpisce l’intero mondo, sono pochi gli eventi che permettono alle società in perdita economica, di poter respirare. Uno di questi eventi è stata la rete 4G o meglio conosciuta come Lte. Naturalmente non ci riferiamo ai gestori telefonici, i quali in realtà hanno dovuto finanziare con ingenti somme di denaro gli appalti dedicati alla rete di quarta generazione. I fortunati, se così possiamo definirli, sono infatti le case che producono i dispositivi 4G, che hanno visto, chi più chi meno, aumentare le entrate. Purtroppo questo discorso non si può fare per Rim, produttore dei famosi BlackBerry, che pare sia sull’orlo del fallimento. Possiamo però assicurarvi che prima dell’avvento del 4G, molte società si trovavano in condizioni simili a quelle in cui si trova oggi Rim. E’ il caso dell’azienda Finlandese Nokia, che è ritornata a respirare aria buona, proprio da quando ha iniziato a produrre dispositivi Lte, Nokia Lumia 920.

Il caso Nokia

Se fino a qualche mese fa, avessimo dovuto associare un colore alla società Nokia, vi assicuro che saremmo stati costretti ad associargli il colore rosso. Rosso come il fatturato o meglio come le perdite,che si aggiravano intorno alla cifra di 5 miliardi di euro. Queste perdite furono accumulati durante il passaggio dal sistema operativo Symbian a quello attuale Windows, periodo durante il quale Nokia si trovava sull’ orlo del fallimento. Oggi però tutto è cambiato, grazie sia al nuovo sistema operativo sia grazie alla proposta di Windows e Ericsson-Nokia, di iniziare a produrre uno smartphone Lte. Il Nokia Lumia 920 infatti, figlio delle tre grandi aziende suddette, è stato il vero salvatore della Nokia, che grazie al suo nuovo smartphone ha prodotto una linea economica attiva, che ha portato l’azienda finlandese a segnare un utile di 202 milioni di euro. Non è tanto per la cifra, ma la notizia è dovuto al fatto che  Nokia finalmente ritrova il termine “utile”, dopo quasi un triennio di perdite.

Il vero motivo della ripresa

Il vero motivo della ripresa è dovuto all’accordo di Nokia con Windows, la quale ha preteso un apertura della casa finlandese verso il 4G. Oggi il Lumia 920 è uno degli smartphone Lte più venduti e che più attraggono il mondo adolescenziale. Nokia ha dimostrato che non bisogna arrendersi mai, e che spesso per migliorare una situazione, soprattutto se economica, bisogna attuare un cambiamento. Il passaggio da Symbian  a Windows 8, e da 3G a 4G, è sia una dimostrazione pratica, sia un invito a chi oggi si trova in situazioni poco felici, a trovare tentare una strada nuova, per lasciarsi il passato poco fruttuoso alle spalle.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

Il caso Nokia e l’importanza del 4G, 10.0 out of 10 based on 2 ratings