La Nokia Siemens Network(www.nokiasiemensnetwork.com), si è aggiudicata una importante commessa per la costruzione della piattaforma 4G LTE nella parte centrale della Russia: l’operazione è stata condotta dall’azienda finlandese per conto del colosso della telefonia mobile russa OAO Mobile Telesystems(M.T.S.S.). A riferirlo è la multinazionale statunitense Bloomberg(www.bloomberg.com), secondo la quale l’ordine vale almeno200 milioni di dollari, con possibilità di proroga.

Un’azienda attivissima

Il portavoce di MTSS Dmitry Solodovnikov ha affermato che i lavori per la realizzazione del 4G partiranno durante questo trimestre, ricordando inoltre che la compagnia telefonica è attualmente in trattativa per la costruzione di 2 infrastrutture, una nella zona  le nord-ovest, ed una nella parte più orientale della Russia. L’appalto per la costruzione di una infrastruttura nella parte sud della Russia (comprendente le regioni del Volga, della Siberia e degli Urali)è stata invece affidata, mediante contratto triennale, ad uno dei giganti della telecomunicazione, l’azienda svedese Eriksson.

Nokia “cammina”da sola

Va inoltre sottolineato  che, la Nokia di recente ha annunciato di aver rilevato anche l’altra metà appartenente alla Siemens, diventando di fatto l’unica titolare dell’attività. Si tratta di una svolta molto importante: nel comunicato congiunto diramato dalle 2 società, l’azienda finlandese ha ammesso di essere diventata titolare dell’intera quota di maggioranza per una cifra che si aggira intorno ad 1,7 miliardi di euro, di cui 1,2 verranno corrisposti subito, mentre la parte restante verrà saldata entro un anno. In pratica Siemens diventerà una filiale di Nokia; all’esterno non è previsto alcun cambiamento, con la sede operativa che dovrebbe rimanere Espoo (Finlandia). La notizia era nell’aria (ed era stata anticipata da Bloomberg), in quanto già da tempo Siemens aveva manifestato il desiderio di separarsi da Nokia per concentrarsi sulle sue altre attività. La N.S.N. è stata inoltre molto remunerativa per entrambe le aziende fino all’anno passato, quando è tornata in attivo a fronte di un drastico restyling, che aveva comportato il taglio dei dipendenti, da 75mila a 58mila. Il cambiamento più grande e al contempo più importante sarà invece la scomparsa del nome Siemens e della sigla N.S.N.. Il C.E.O. dell’azienda Stephen Elop si è così espresso sulla scissione con Siemens: “E’un’opportunità di crescita. Nokia Siemens Netwok ha stabilito una chiara posizione di leadership nel settore LTE, che offre opportunità di crescita interessanti. Nokia è lieta di questi sviluppi e auspica di continuare a sostenere questi sforzi per creare più valore per gli azionisti e per il gruppo Nokia”.

Tornando infine alla situazione in Russia, ricordiamo che essa un anno fa ha assegnato le licenze per il 4G ai più importanti operatori del paese: M.T.S.S., O.A.O., Megafon(Mfon), Vimpelcom(V.I.P.) e O.A.O. Rostelecom, per un investimento complessivo di circa 15 miliardi di rubli (452 milioni di dollari) sino al 2019.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)