In Gran Bretagna, 3Uk e la compagnia rivale EE (Everything Everywhere, ee.co.uk), potrebbero mettere insieme le loro forze per la condivisione delle frequenze Lte a 800 Mhz, che si sono aggiudicate nella recente asta appena conclusasi. Asta che, lo ricordiamo, si è rivelata un fallimento, portando nelle casse dello Stato solamente 2,34 miliardi di sterline, a fronte dei 3,5 previsti dal ministero del Tesoro britannico. Vincitori dell’asta sono risultati, oltre appunto ad EE ed Hutchinson 3G Uk, anche Niche Spectrum, filiale di BT (British Telecommunications),Telefonica (O2) e Vodafone. I 4 operatori di telefonia della Gran Bretagna si sono aggiudicate le frequenze, così come BT, che ha acquisito frequenze a 2,6 Ghz per rafforzare la sua offerta di telefonia fissa e mobile, e che ha tra l’altro in cantiere il desiderio di realizzare una propria rete mobile nazionale.

Prove di accordo

Non è però scontato che si arrivi ad un felice esito delle trattative tra 3Uk ed EE, in quanto l’ultima parola sull’eventuale rapporto di collaborazione tra le 2 compagnie spetta all’Ofcom, il garante dell’autorità e della concorrenza per il settore telecomunicazioni del Regno Unito (www.ofcom.org.uk).

 I 2 operatori hanno vinto all’asta un lotto da 2×5 Mhz sulla banda a 8oo Mhz; una porzione che, presa singolarmente, si rivelerebbe inadeguata per garantire la copertura delle trasmissioni 4G, che implicano una capacità non indifferente di rete per sostenere il traffico dati Lte. A rivelare l’esistenza di una trattativa tra le 2 compagnie è il CEO di 3Uk David Dyson; Ho chiesto ai miei responsabili del network quale fosse la soluzione migliore per ottimizzare lo spettro e rendere il più efficiente possibile il rool out della nuova rete 4G. I negoziati con EE per mettere a fattor comune le nostre reti”, ha aggiunto Dyson, “è figlia di questa mia richiesta, ma non possiamo dire con certezza che la conclusione sarà effettivamente il pooling delle rispettive reti”.

Potenziare i rispettivi network

La banda da 800 Mhz, presenta una maggiore penetrazione rispetto a bande più alte, garantendo in tal modo ai vari operatori una migliore copertura all’interno dei vari edifici. Come sottolineato pocanzi, all’asta 3G Uk ed EE si sono aggiudicate una piccola parte delle frequenze a 800 Mhz; da qui la necessità di unirsi in un rapporto di partnership per rinsaldare le prestazioni dei rispettivi network 4G. “Se l’accordo andrà in porto”, ha però concluso Dyson  “l’aspetto negativo per entrambi gli operatori sarebbe il mescolamento del traffico di rete.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)