La prontezza Europea ad adottare nuove tecnologie si è notata specialmente quando i paesi Europei, hanno deciso di farsi coinvolgere nello sviluppo della rete Lte o più comunemente chiamato 4G. Se inizialmente solo potenze europee come Francia, Inghilterra, Italia, Germania e Spagna avviarono la progettazione per il 4G, successivamente, anche paesi più piccoli, hanno preferito sposare la tecnologia che avanza. In particolare ci riferiamo alla Svizzera, la quale qualche giorno fa, ha inaugurato la linea Lte marchiata Swisscom, gestore di telefonia mobile elvetica per eccellenza. Per essere ancora più chiari, la Swisscom possiamo paragonarla tranquillamente alla nostra Tim. La Swisscom, inizierà la diffusione del segnale inizialmente in tutte le aree della capitale. Si prevede inoltre che entro la prima metà del 2013 ricoprirà tutte le città elvetiche escluse le zone rurali, dove solamente entro il 2013 riusciranno a navigare in Lte.

Il caso Apple

La Swisscom ha contribuito indirettamente ad un’ investigazione che sta attuando Apple nel mondo del 4G. Infatti se di norma sono i gestori telefonici ad investigare sulla validità dei dispositivi che andranno a supportare la tecnologia proposta, nel caso della rete Lte, Apple ha deciso di valutare personalmente le linee Lte per valutare,  qualitativamente parlando, se la 4G riuscirà a valorizzare i dispositivi con marchio Apple. In realtà la risposta in terra elvetica non è stata per niente positiva. Infatti solamente se la Swisscom migliorerà il servizio, Apple sbloccherà i propri dispositivi per consentire la navigazione ultra veloce. Insomma Apple non solo ha invertito la modalità di valutazione, ha inoltre bloccato i propri dispositivi al popolo svizzero a causa di una rete che secondo la società di Cupertino, non è ancora all’altezza.

La risposta dei gestori

Il comportamento della Apple, ha scatenato un vero e proprio caso. In un mondo dove la presunzione non è mai stata apprezzata, la Swisscom non è stata da meno. Infatti secondo la compagnia elvetica, il comportamento Apple non è assolutamente accettabile. Le compagnie di telefonia sparse negli stati europei, restano solidali con la Swisscom. L’Apple si trova davanti ad un muro, dove forse sarebbe meglio evitare comportamenti simili. Di certo l’iPhone 5 senza la possibilità di navigare in Lte, risulterebbe essere inferiore a molti smartphone che consentono di navigare in 4G. Forse sarebbe meglio per la società di Cupertino a ritornare sui propri passi e risolvere il problema con la Svizzera, che nonostante risulti essere un piccolo stato, è da sempre una grande potenza economica.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Apple, scacco matto alla Svizzera?, 10.0 out of 10 based on 3 ratings