Che la rete LTE ormai è una realtà sempre più vicina, l’abbiamo capito. Che le compagnie telefoniche italiane sono ormai pronte ad offrire questo nuovo servizio, anche questo l’abbiamo capito. Quello che forse dobbiamo capire è: le case produttrici di smartphone, tablet e tutti gli altri dispositivi che supportano la LTE, sono davvero pronte? Analizziamolo insieme cercando di capire se la corsa alla 4G ne vale la pena o meno.

Un duopolio a tutti gli effetti

Nonostante il mercato sempre più concorrenziale, anche se sembrerebbe un paradosso, l’oligopolio diventa sempre più un miraggio. Se oggi dovessimo definire il mercato dei tablet e degli smartphone, saremmo costretti a dichiarare che rispecchia un mercato duopolistico a tutti gli effetti. Se fino a qualche anno fa il consumatore a parità di tecnologia aveva scelta libera tra case produttrici come Nokia, Samsung, Apple, Sony, BlackBerry, Motorola e così via, oggi il consumatore qualora volesse acquistare un prodotto di ultimissima generazione sarebbe costretto a scegliere un prodotto solamente tra due case produttrici, ovvero Samsung e Apple.

Scelte o impossibilità?

Di certo non è cosa semplice inseguire una tecnologia, ma per quale motivo Nokia, BlackBerry e Motorola ( in particolare queste tre case), non hanno ancora sposato la tecnologia 4GNokia al momento non ha ancora completato il progetto legato al 4G. Giusto prendere tempo per migliorare il proprio “gioiello” quando gli avversari sono Samsung e Apple; BlackBerry fa sapere che al momento non ha bisogno di sposare la LTE dato che il BlackBerry punta su altre funzionalità;  per quanto riguarda Motorola invece, non abbiamo notizie al momento.

Apple e Samsung a vele spiegate

I colossi del mercato che stiamo prendendo in considerazione – Apple e Samsung – si scontrano tra loro, ma sono in Italia realmente così pronte? Voci di corridoio che arrivano dalla Germania ci riferiscono che l’ iPhone 5 inizia a dare i primi problemi con la linea 4G, non dando quindi una stabilità di rete così come la dava la vecchia linea 3G. Da sottolineare però che al momento queste voci non trovano conferme. Samsung invece ha già iniziato a proporre dispositivi predisposti al 4G anche se in Italia non ha ancora messo a disposizione dei consumatori italiani la punta di diamante della casa coreana. Parliamo naturalmente del Samsung Galaxy S III che in Italia al momento è presente solamente nella versione 3G. Dobbiamo infatti aspettare almeno fino a fine anno per poterlo veder vestire i panni del 4G.

E il mercato italiano?

Non possiamo dire altro che in Italia i gestori telefonici hanno realmente fatto un bel lavoro. Hanno subito centrato l’obiettivo, chi prima chi dopo, facendo in modo che per una volta a rincorrere non siamo noi.  Certo c’è ancora tanto da lavorare, bisogna completare i progetti di H3G e Wind così come allargare le forniture Vodafone e TIM in più parti d’Italia. Al momento siamo sulla buona strada e sicuramente presto ne vedremo delle belle.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.7/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

Apple e Samsung si contengono il mercato 4G, 8.7 out of 10 based on 3 ratings