Amazon, la grande azienda di commercio elettronico statunitense, starebbe studiando in California una nuova soluzione che rappresenterebbe una connessione alternativa al 4G e al 3G.

Un procedimento alternativo

A riportarlo è l’agenzia di stampa Bloomberg, la quale aggiunge che si tratta di un procedimento tecnologico che usa delle fasce di spettro dedicato che Amazon intende utilizzare per permettere ai propri dispositivi di potersi connettere a Internet a basso costo ed anche gratuitamente, come ad esempio il Kindle. Tale procedimento, testato dalla società di comunicazioni satellitari Globalstar ( con l’aiuto economico e la collaborazione di due società, Jarvinian e Ruckus Wireless) è denominato Tlps (Terrestrial low power service) e sembra poter garantire una banda larga decisamente più veloce ed affidabile rispetto al wi-fi.

Le strategie di Amazon

I test svoltisi in California non sono stati, per ora, resi noti al pubblico. Di sicuro, la prova sul campo che si è svolta in Italia, a Copertino(Lecce), è piuttosto esemplificativa di quelli che sono i reali obiettivi di Amazon; non solo essere un solido punto di riferimento del web, ma anche entrare nel mercato tecnologico, il che permetterebbe a tutti gli utenti di accedere alla rete. Ciò consentirebbe ad Amazon di controllare le varie modalità con cui i consumatori vanno online, il device che utilizzano per collegarsi al web e le attività che essi svolgono quando navigano su Internet. Per il momento ne Amazon ne Globalstar hanno voluto commentare le notizie apparse sui vari organi di informazione statunitensi. Amazon non è comunque l’unica azienda ad aver testato una tecnologia che rappresenti un alternativa alla piattaforma del 4G, dal momento che Google si è già accaparrata porzioni di spettro mobile e costruito reti di ultra-banda larga in 17 città americane, con la possibilità tra l’altro di connettere i propri clienti alla rete. Google inoltre gestisce anche una rete wifi in California, a Mountain View, e doterà la connettività wireless, mediante un accordo stretto con i vari Starbucks caffè dislocati sul territorio americano.

Il Chief-Executive Officer di Amazon Jeff Bezon ha fatto chiaramente intendere che tra i suoi obiettivi vi è quello di rendere Amazon un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli internauti. Tale scopo ha già dato i suoi frutti: lo scorso anno infatti le vendite sono aumentate di circa il 27%, per un guadagno di 61,1 miliardi di dollari, con conseguente valore in borsa del titolo raddoppiato nel giro di 3 anni, la qual cosa sta a testimoniare la fedeltà e la riconoscenza degli investitori.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)