Il caso Nokia e l’importanza del 4G



In un periodo dove la crisi economica colpisce l’intero mondo, sono pochi gli eventi che permettono alle società in perdita economica, di poter respirare. Uno di questi eventi è stata la rete 4G o meglio conosciuta come Lte. Naturalmente non ci riferiamo ai gestori telefonici, i quali in realtà hanno dovuto finanziare con ingenti somme di denaro gli appalti dedicati alla rete di quarta generazione. I fortunati, se così possiamo definirli, sono infatti le case che producono i dispositivi 4G, che hanno visto, chi più chi meno, aumentare le entrate. Purtroppo questo discorso non si può fare per Rim, produttore dei famosi BlackBerry, che pare sia sull’orlo del fallimento. Possiamo però assicurarvi che prima dell’avvento del 4G, molte società si trovavano in condizioni simili a quelle in cui si trova oggi Rim. E’ il caso dell’azienda Finlandese Nokia, che è ritornata a respirare aria buona, proprio da quando ha iniziato a produrre dispositivi Lte, Nokia Lumia 920.

Il caso Nokia

Se fino a qualche mese fa, avessimo dovuto associare un colore alla società Nokia, vi assicuro che saremmo stati costretti ad associargli il colore rosso. Rosso come il fatturato o meglio come le perdite,che si aggiravano intorno alla cifra di 5 miliardi di euro. Queste perdite furono accumulati durante il passaggio dal sistema operativo Symbian a quello attuale Windows, periodo durante il quale Nokia si trovava sull’ orlo del fallimento. Oggi però tutto è cambiato, grazie sia al nuovo sistema operativo sia grazie alla proposta di Windows e Ericsson-Nokia, di iniziare a produrre uno smartphone Lte. Il Nokia Lumia 920 infatti, figlio delle tre grandi aziende suddette, è stato il vero salvatore della Nokia, che grazie al suo nuovo smartphone ha prodotto una linea economica attiva, che ha portato l’azienda finlandese a segnare un utile di 202 milioni di euro. Non è tanto per la cifra, ma la notizia è dovuto al fatto che  Nokia finalmente ritrova il termine “utile”, dopo quasi un triennio di perdite.

Il vero motivo della ripresa

Il vero motivo della ripresa è dovuto all’accordo di Nokia con Windows, la quale ha preteso un apertura della casa finlandese verso il 4G. Oggi il Lumia 920 è uno degli smartphone Lte più venduti e che più attraggono il mondo adolescenziale. Nokia ha dimostrato che non bisogna arrendersi mai, e che spesso per migliorare una situazione, soprattutto se economica, bisogna attuare un cambiamento. Il passaggio da Symbian  a Windows 8, e da 3G a 4G, è sia una dimostrazione pratica, sia un invito a chi oggi si trova in situazioni poco felici, a trovare tentare una strada nuova, per lasciarsi il passato poco fruttuoso alle spalle.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

Nokia e i suoi Lumia già pronti per la rete 4G



Il mercato della telefonia è in continua evoluzione giorno dopo giorno. Recentemente ci siamo occupati delle novità riguardanti il mondo 4G LTE, un mondo che sta muovendo i primissimi passi proprio in questi mesi. Di terminali dotati di tecnologia LTE sul mercato ce ne sono ancora pochi, eppure qualcuno potrebbe passare inosservato. Ci riferiamo ai Nokia Lumia 920 e Lumia 820. Due terminali entrambi dotati di tecnologia LTE, che non hanno avuto il giusto risalto nonostante un punto di forza quale la possibilità di navigare in 4G quando il mercato offrirà gli strumenti necessari per poterlo fare.

Nokia attende la rete 4G

Nelle ultime ore il colosso finlandese ha deciso di chiarire la propria posizione in merito alla questione LTE. Stiamo parlando di una tecnologia non ancora presente in gran parte dell’intero territorio americano, nè tanto meno in Europa o in Italia. Il procedimento di espansione di questa particolare rete è molto lento in quanto il supporto per una rete del tutto nuova, che possa garantire velocità mai raggiunte prima da uno smartphone o da un tablet in download ed in upload, non è cosa semplice. I Lumia in questo caso attendono solo che in Italia, così come nel resto del mondo, la rete 4G sia pronta. I Windows Phone hanno infatti implementato il supporto per poter navigare in 4G senza alcuna difficoltà. Il passaggio dalla rete 3G a quella 4G sarebbe immediato qualora ci fossero i presupposti per poter accedere alla rete LTE.

Navigare in roaming con il 4G?

A tal riguardo Nokia ha chiarito un punto cruciale sulla questione LTE all’estero e quindi in roaming. Quando la rete 4G sarà disponibile nel proprio Paese, Nokia rilascerà un aggiornamento che permetterà agli utenti di sfruttare appieno tutta la potenza della LTE. Il problema sorge nel momento in cui ci si sposta da un Paese all’altro. In questo caso la navigazione in 4G non sarà assicurata nè da Nokia, nè dal proprio operatore, bloccando quindi la connettività sulla rete 3G, poichè le infrastrutture della LTE sono sporadiche e presenti solo in determinati Stati.

Prospettive future

Sicuramente il progetto di poter portare la tecnologia 4G in tutti i Paesi è un progetto immane. Non si può puntare il dito contro questo o quell’operatore in particolare, in quanto stiamo parlando pur sempre di una nuova tecnologia che cambierà le vite di tutti i possessori di uno smartphone o di un tablet. Staremo a vedere nei prossimi mesi quanti Paesi avranno a disposizione la possibilità di accedere alla rete LTE. La speranza è che nel giro di qualche anno ci si potrà spostare da una Nazione all’altra senza dover rinunciare alla comodità del 4G.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.5/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

Nokia Lumia 900 Windows Phone



Le voci di corridoio dicono che per il prossimo febbraio 2012 uscirà il tanto atteso Lumia 900 Windows Phone della Nokia. Sembra davvero una corsa contro il tempo quella della casa finlandese che ha da poco lanciato il modello Lumia 800. A differenza di quest’ultimo però, il nuovo modello avrà il display touch-screen di un’ampiezza maggiore e un supporto per le reti LTE 4G. Pare che la notizia sia stata diffusa da un post messo su twitter da un operatore dell’azienda telefonica Swisscom. Per la precisione la notizia prevedeva un commento che sottolineava proprio la novità dello schermo: dotato di Amoled ClearBlack da 4,3 pollici e un processore single-core da 1,4 Ghz.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)