Cellulari LTE

Samsung: uscita del nuovo Galaxy S4 dotato di LTE Advanced



Nei prossimi giorni la Samsung lancerà sul mercato la nuova versione del Galaxy S4, dotata della piattaforma 4G LTE.

Un lancio graduale

La novità è di non poco conto; si tratterà infatti di un tipo di smartphone, il primo ad essere lanciato in commercio, a dotarsi di LTE advanced. I nuovi device saranno dotati di chip di stampo Qualcomm, la società di ricerca californiana (www.qualcomm.com). Ad annunciare la notizia dell’imminente lancio del nuovo Samsung è stato il Ceo dell’azienda sudcoreana, JK Shin all’agenzia di stampa tedesca Reuters. Inizialmente la vendita sul mercato sarà circoscritta solo ed esclusivamente al mercato coreano tramite l’operatore telefonico locale SK, che ha testato il nuovo smartphone nei test di aprile. Shin non ha voluto sbilanciarsi sulle percentuali di vendita del nuovo prodotto che, rispetto ai modelli già in vendita, dovrebbe avere un costo più elevato. Inoltre, bisogna sottolineare che vi sono trattative in corso con i carrier di tutto il mondo per ampliare la vendita del nuovo Samsung Galaxy all’estero.

Un calo preoccupante

Di contro però la vendita del Galaxy S4, a partire dallo scorso aprile, ha subito un brusco rallentamento; recentemente Samsung Electronics ha visto scendere di ben 12 miliardi di dollari il suo valore di mercato. E secondo la Reuters alla base di questa debacle vi è il lancio di 2 nuovi modelli  smartphone, varianti dell’S4. Per gli analisti il lancio di questi nuovi dispositivi, di fascia bassa e di conseguenza a buon mercato, spiega in  maniera molto chiara e netta la notevole difficoltà in termini di profitto per il business mobile di Samsung. Entrando più specificatamente nell’argomento, per essi il lancio sul mercato dei 2 smartphone pocanzi menzionati, stanno a dimostrare la volontà, da parte di Samsung, di puntare sulla quantità, dopo il crollo delle percentuali di vendita del Samsung S4. “Le vendite di dispositivi di fascia alta sono inferiori alle attese, mentre i modelli medio bassi vendono tanto un po’ dappertutto”, ha affermato l’analista della società Shinan Investment Corp Kim-Young- Chan. Ma c’è anche chi la pensa diversamente; Sul medesimo argomento infatti, il Ceo di Samsung ha di fatto minimizzato le scarse vendite dell’S4, affermando: “Le vendite dell’S4 restano buone. Sta vendendo di più rispetto al Galaxy S3 e il nuovo modello sarà un altro tassello alla nostra gamma di fascia alta, che garantisce alti margini di profitto”.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Samsung Galaxy Grand Quad Core Lte



Una delle aziende leader nel campo del 4G, è risultata essere sicuramente Samsung. Non è un caso infatti se spesso si sente parlare di Samsung e di tutti i suoi prodotti, che stupiscono sempre i consumatori. Il Samsung Galaxy SIII per esempio è stato uno tra gli smartphone più apprezzati  e più venduti, soprattutto per la sua predisposizione alla alla rete di quarta generazione, o meglio conosciuta sotto il nome di Long Term Evolution (Lte). Come non citare il Samsung Galaxy Tab, il quale è risultato essere il vero antagonista del Tablet di casa Apple, l’ iPad. Spesso inoltre abbiamo sentito paragonare Samsung a Apple, o meglio ancora, abbiamo ormai capito che ad oggi solo Samsung può rendere la vita meno facile alla società di Cupertino. Solo questo paragone ci fa capire l’importanza e soprattutto la qualità dei prodotti che sforna Samsung. Quest’ultima è stata inoltre prontissima a rispondere alle esigenze dei consumatori, offrendo loro sin da subito, dispositivi Lte a tutti gli effetti. Oggi vi parleremo dell’ ultimo smartphone di casa Samsung che sembrerebbe essere davvero un prodotto qualitativamente valido, e che sicuramente sarà preso in considerazione da molti italiani, non appena il prodotto sbarcherà in Italia.

Il Samsung Galaxy Grand Quad Core

Al momento disponibile solo in Corea del Sud, il Galaxy Grand Quad Core, consiste nella rivisitazione del Galaxy Grand, ma questa volta con una potenza di processore incredibile. Infatti il nuovo Galaxy Grand, dispone di un processore Quad Core da 1.4 GHz. Non è questa l’unica caratteristica interessante, dato che Samsung ha curato tutti gli aspetti negativi del modello precedente, che non fu molto apprezzato dalla critica. Questa volta infatti pare proprio che Samsung abbia lanciato una vera è propria sfida alla critica, che si vede spiazzata data la qualità del prodotto in oggetto. Già il display risulta essere migliorato, dato che il Galaxy Grand Quad Core monta un display TFT da 5 pollici con risoluzione WVGA. La potenza Ram si esprime in 1 GB e la capacità di memoria interna è di 8 GB espandibili fino a 64 Gb. Le fotocamere sono da 8 megapixel quella posteriore e da 2 megapixel quella anteriore. La caratteristica principe però è sicuramente la connettività che oltre al WiFi 802.11b/g/n, DLNA, Bluetooth 4.0, si esprime soprattutto nella predisposizione alle frequenze Lte. Infine il sistema operativo non poteva che essere Android 4.1 con interfaccia TouchWiz UI e Multi Window.

Samsung, una certezza

Insomma la qualità Samsung non si smentisce nemmeno questa volta. La casa Sud Coreana, continua a stupire tutti, rendendo di fascia alta, uno smartphone che apparteneva ad una fascia media. Non sappiamo ancora da quando sarà disponibile in Italia, e soprattutto non sappiamo quale sarà il prezzo di lancio. Tranquilli però, ad aggiornarvi ci penseremo noi, d’altronde è giusto dedicare attenzioni ad un prodotto che sembrerebbe essere davvero valido.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Il sony Xperia Z Lte, presto nel mercato italiano



Nella lotta agli smartphone che supportano la tecnologia Lte (Long Term Evolution), molte case produttrici, cercano giorno dopo giorno, di rendere meno facile la vita ai due colossi, protagonisti del mercato degli smartphone, Apple e Samsung. Oggi ormai è diventata davvero un impresa per molte aziende, commercializzare uno smartphone che tenga testa all’ iPhone 5 ed al Samsung Galaxy SIII, i quali dominano il mercato suddetto. Dobbiamo però premettere che i consumatori dell’ ultimo quinquennio, sono completamente diversi dai consumatori che hanno caratterizzato i primi anni del terzo millennio. Oggi il mercato deve dare conto al consumatore ” abitudinario” il quale abituatosi ad un sistema operativo, tende a definirlo perfetto, nonostante gli venga proposto magari un sistema operativo superiore. Nell’era della tecnologia anche il più esperto sembra essere impacciato ad utilizzare uno smartphone diverso dal proprio. Anche in rete infatti notiamo che sono in calo le visualizzazioni di schede tecniche degli smartphone in uscita. La maggior parte del mondo del Web si mette all’ opera solamente quando sa che Apple o Samsung hanno anticipato informazioni circa nuovi modelli che verranno. Insomma oggi lo smartphone fa moda, ma noi vogliamo lo stesso dare la giusta attenzione ed importanza a smartphone che noi riteniamo comunque di ottimo livello. Oggi vi parleremo infatti del Sony Xperia Z.

Caratteristiche e prezzo di lancio

La qualità dei prodotti Sony, si rispecchia anche nel Sony Xperia Z, il quale possiamo definire un ottimo smartphone. Sony ci ha dimostrato infatti come stare a passo con i tempi, dato che l’ Xperia Z è uno smartphone Lte a tutti gli effetti. Con sistema operativo Android, lo smartphone di casa Sony presenta uno schermo da 5″ che sarà fondamentale a far risaltare un display che sposa la tecnologia Full Hd. Il processore sarà un quadcore con 2 GB di RAM, e la fotocamera sarà da 13 megapixel con HDR video. La connettività sarà invece NFC, Wi-FI, Bluetooth ed appunto quella Lte. Con capacità di memoria interna da 16 Gb, solo da marzo, il Sony Xperia Z sarà acquistabile al prezzo di 649 euro.

Un passato che influenza

Le caratteristiche di base fanno capire che l’ Xperia Z potrà essere davvero un ottimo smartphone. Non vi neghiamo però che non siamo certi che questo ultimo modello di casa Sony, sarà apprezzato e soprattutto acquistato, dato che c’è un precedente che non ha lasciato un buon segno. Ci riferiamo al Sony Xperia S, predecessore dell’ Xperia Z, che ha fatto rimpiangere l’acquisto a molti consumatori che lo scelsero. Anche la versione S, sembrava a primo acchito uno smartphone ottimo, dato che la scheda tecnica era davvero eccellente. Poi però risultò per molti, uno smartphone scadente che non rispecchiava le premesse iniziali. Aspettando Marzo, speriamo che questa volta, Sony, abbia fatto davvero un buon lavoro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.0/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Lte: una grande proposta firmata LG



Oggi vi parleremo di una azienda Sudcoreana che inizia a farsi sentire nel mercato del 4G. Dobbiamo contraddire tutto coloro che si aspettano di leggere un articolo circa l’azienda Sudcoreana per eccellenza, Samsung, dato che oggi vi parleremo del gruppo LG ed del suo nuovo smartphone 4G, l’Optimus G.  Disponibile in Italia solamente da Marzo, l’Optimus G, già sta affascinando molti stati del mondo, in particolare la Germania, dove ci risulta essere al terzo posto come smartphone venduto nel 2012. Davvero una bella risposta, al mercato del 4G, da parte di LG, che sorprende tutti con uno smartphone bello, elegante e soprattutto molto ma molto potente. Scopriamo insieme le caratteristiche principali dell’Optimus G.

Caratteristiche del gioiellino di casa LG

L’ultimo smartphone di casa LG, si presenta davvero nel migliore dei modi, sfoggiando a tutti un display davvero molto bello, dovuto al contrasto dello schermo nero, con le rifiniture cromate. Un display da 4,7 pollici sicuramente contribuisce a mettere in mostra la qualità visiva che offre il nuovo pannello di schermo IPS, di casa LG, chiamato “True HD IPS+”. E’ anche grazie al nuovo pannello del display che risalta agli occhi la risoluzione della fotocamera posteriore da 13 Megapixel. Il binomio vincente però è sicuramente il sistema operativo Android 4.1 che sposa benissimo il processore Quad-core Qualcomm Snapdragon MSM8255 @1.5GHz. Insomma un ottimo smartphone che rivoluziona il mercato del 4G. I prodotti LG, soprattutto in Italia, sono tenuti molto in considerazione dato che nonostante l’alta qualità dei prodotti sono venduti a prezzi non altissimi. Questo smartphone inoltre soddisfa anche i più esigenti, offrendo una tecnologia del tutto nuova come il 4G. Inoltre vogliamo precisare che, a differenza di altri smartphone, l’Optimus G, monta una batteria da 2100MAH, offrendo quindi un’ autonomia davvero buona.

Una bella sorpresa

L’Optimus G, ha davvero tutto per spopolare nel mercato degli smartphone. Tra i tanti smartphone che analizziamo giorno dopo giorno, vi possiamo assicurare che l’ Optimus G, ci ha esaltato davvero tanto. Oltre alla bellezza estetica, l’Optimus  presenta un Hardware ed un Software, che qualitativamente sono davvero molto alti. Non facciamo imporre il mercato degli smartphone, dalla moda del momento, ma cerchiamo di acquistare il telefonino che più ci piace e che più ci convince. In un mercato dove regna l’iPhone 5 ed il Galaxy SIII, l’Optimus G, sicuramente non sfigura. Aspettiamo con ansia Marzo, per testarlo e per continuare ad aggiornarvi.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Il caso Nokia e l’importanza del 4G



In un periodo dove la crisi economica colpisce l’intero mondo, sono pochi gli eventi che permettono alle società in perdita economica, di poter respirare. Uno di questi eventi è stata la rete 4G o meglio conosciuta come Lte. Naturalmente non ci riferiamo ai gestori telefonici, i quali in realtà hanno dovuto finanziare con ingenti somme di denaro gli appalti dedicati alla rete di quarta generazione. I fortunati, se così possiamo definirli, sono infatti le case che producono i dispositivi 4G, che hanno visto, chi più chi meno, aumentare le entrate. Purtroppo questo discorso non si può fare per Rim, produttore dei famosi BlackBerry, che pare sia sull’orlo del fallimento. Possiamo però assicurarvi che prima dell’avvento del 4G, molte società si trovavano in condizioni simili a quelle in cui si trova oggi Rim. E’ il caso dell’azienda Finlandese Nokia, che è ritornata a respirare aria buona, proprio da quando ha iniziato a produrre dispositivi Lte, Nokia Lumia 920.

Il caso Nokia

Se fino a qualche mese fa, avessimo dovuto associare un colore alla società Nokia, vi assicuro che saremmo stati costretti ad associargli il colore rosso. Rosso come il fatturato o meglio come le perdite,che si aggiravano intorno alla cifra di 5 miliardi di euro. Queste perdite furono accumulati durante il passaggio dal sistema operativo Symbian a quello attuale Windows, periodo durante il quale Nokia si trovava sull’ orlo del fallimento. Oggi però tutto è cambiato, grazie sia al nuovo sistema operativo sia grazie alla proposta di Windows e Ericsson-Nokia, di iniziare a produrre uno smartphone Lte. Il Nokia Lumia 920 infatti, figlio delle tre grandi aziende suddette, è stato il vero salvatore della Nokia, che grazie al suo nuovo smartphone ha prodotto una linea economica attiva, che ha portato l’azienda finlandese a segnare un utile di 202 milioni di euro. Non è tanto per la cifra, ma la notizia è dovuto al fatto che  Nokia finalmente ritrova il termine “utile”, dopo quasi un triennio di perdite.

Il vero motivo della ripresa

Il vero motivo della ripresa è dovuto all’accordo di Nokia con Windows, la quale ha preteso un apertura della casa finlandese verso il 4G. Oggi il Lumia 920 è uno degli smartphone Lte più venduti e che più attraggono il mondo adolescenziale. Nokia ha dimostrato che non bisogna arrendersi mai, e che spesso per migliorare una situazione, soprattutto se economica, bisogna attuare un cambiamento. Il passaggio da Symbian  a Windows 8, e da 3G a 4G, è sia una dimostrazione pratica, sia un invito a chi oggi si trova in situazioni poco felici, a trovare tentare una strada nuova, per lasciarsi il passato poco fruttuoso alle spalle.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

Lte: l’iPhone ultra veloce solo per poco


Nel mercato degli smartphone, di grande rilievo è sicuramente il melafonino iPhone 5, il quale si presenta come uno smartphone 4G. Ormai tutti abbiamo capito che ad oggi proporre la tecnologia Lte su di un dispositivo, smartphone in particolare, è il vero obiettivo di molte aziende. Non vi neghiamo che l’Apple iPhone 5 è uno degli smartphone 4G più acquistati insieme al suo acerrimo nemico di casa Samsung, il Galaxy SIII. In Italia è ormai da qualche mese che il melafonino è in commercio, anche se solamente da qualche settimana, è stata sbloccata, nel vero senso della parola, la connessione Lte sul suddetto smartphone. Infatti inizialmente, nonostante la predisposizione del melafonino, non era possibile navigare in ultra veloce. Ora che è possibile, sono iniziati i primi test, i quali ci forniscono i primi pro ed i primi contro del binomio iPhone ed Lte. A dirvi la verità in giro c’è molta delusione, dato che l’iPhone, pare stia riproponendo dei problemi già individuati sui modelli precedenti.

iPhone velocissimo solo per poco

Che l’iPhone potesse presentare alcuni problemi dovuti all’approccio con il 4G, sarebbe stato abbastanza normale, ma che il problema fosse relativo alla durata della batteria allora non si può accettare. Non vi stiamo parlando di un segnale perennemente instabile, o di problemi di carattere tecnici, ma si ritorna a parlare dell’ autonomia della batteria del melafonino. Preoccupa sinceramente vedere che l’Apple, in qualità di azienda più che prestigiosa, si ritrovi nuovamente a dover affrontare un problema presente sin dal iPhone 3Gs. Pare infatti che l’ultimo modello di casa Apple quando si appoggia sulla rete Lte, vertiginosamente diminuisce l’autonomia della batteria. Dai test infatti si rileva che l’autonomia della batteria dell’iPhone 5, connesso costantemente alla rete 4G,duri solamente 4 ore circa e non di più. La cosa che preoccupa maggiormente è che questo problema si verifica solamente da quando Apple ha liberato il nuovo aggiornamento IOS 6.0.2, e la preoccupazione deriva dal fatto che è insensato un aggiornamento che peggiora un dispositivo.

Le giuste pretese

Non amiamo essere critici, tanto meno essere severi nelle nostre valutazioni, però quando si acquistano smartphone che sfiorano gli 800 euro, le pretese ci devono essere. Anche se non sempre, l’aumentare del prezzo, dovrebbe coincidere con l’aumentare della qualità. Non si può proporre una nuova tecnologia, senza aver prima risolto problemi passati. Avere uno smartphone che possa navigare in Lte ma solo per poche ore, è come avere un’ autovettura sempre a riserva di benzina. Speriamo quindi per tutti coloro che hanno acquistato l’iPhone 5, che presto l’Apple possa risolvere questo problema.


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Lte: la risposta del Htc



Con la tecnologia Lte (4G), che è sempre più punto di riferimento di molte aziende che operano nel campo della telefonia mobile, anche Htc sembra essere pronta ad  inserire su di un suo modello, il chip che consente la connessione di rete Lte. Dobbiamo però spiegare a tutti che non è semplice poter trasformare un comune smartphone in uno smartphone 4G. Non ci riferiamo assolutamente ad un lavoro pratico, di conseguenza la difficoltà sicuramente non sta nel inserire un piccolo chip in uno smartphone. Ci riferiamo invece a questioni burocratiche, le quali spesso allontanano molte aziende che operano in questo campo, non dando loro la possibilità di attualizzare il prodotto che vogliono commercializzare. Per poter produrre uno smartphone 4G, le aziende necessitano di una vera e propria licenza, che dia loro il permesso di commercializzare il prodotto Lte. Htc, solo da pochissimo tempo ha attenuto la licenza suddetta, ed è per questo motivo che solo a dicembre è riuscita a proporre la sua punta di diamante nella gamma degli smartphone. Scopriamo insieme il favoloso Htc Evo 4G.

Htc Evo 4G

Proposto con sistema operativo Android , l’ Htc Evo 4G, presenta un processore quad core Snapdragon QSD8650 a 1 GHz. Il display sarà di 480X800  da 4,3 pollici, con tecnologia UI HTC Sense. Per quanto riguarda il touch naturalmente sarà capacitivo, così come nei modelli precedenti. Lo smartphone presenta due fotocamere, quella anteriore dedicata all’ UMTS sarà da 1.3 megapixel, mentre quella posteriore sarà di 8 megapixel. La capacità della memoria interna è di soli 4 Gb, ma è espandibile con una micro SD che potrà essere fino a 32 GB. La caratteristica migliore però è sicuramente la possibilità di poter navigare in 4G. Htc Evo 4G apparterrà sicuramente alla seconda fascia degli smartphone del momento, ma sicuramente nella sua fascia, è uno tra i migliori smartphone. In Italia solamente a Gennaio arriverà, ad oggi è presente solamente il modello non Lte.

Un mercato che si arricchisce

Ennesimo modello di smartphone Lte che arricchisce sempre più un mercato che fino a poco tempo fa, girava intorno a soli due modelli, l’ iPhone 5 e il Samsung Galaxy SIII. L’ Evo 4G, sembra essere davvero un ottimo smartphone, e proponendosi con un prezzo che non supera i 300 euro, sicuramente sarà tenuto in considerazione da coloro che vogliono testare la tecnologia 4G non per forza spendendo cifre che superano i 600 euro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Il caso dell’Iphone 5 e dei dispositivi Lte



La crescita di un prodotto non dipende soltanto dalla qualità del prodotto stesso, ma anche da fattori esterni ad esso. E’ il caso dell’ iPhone 5, che nonostante risulta essere uno degli smartphone più acquistati, ad oggi poche persone possono dichiararsi fieri del ultimo modello di smartphone di casa Apple. Vi ricordate quando uscì l’ iPhone 4? Beh, in quanto a vendite sicuramente ebbe meno successo del iPhone 5, ma sin da subito fu apprezzato da tutti, acquirenti e non, dato che si presentava come un telefono tecnologicamente avanzato e soprattutto come un “nuovo smartphone”, che era distanziava di un abisso il modello precedente. Il tutto fu possibile in quanto tutto ciò che circondava l’iPhone 4, permetteva  che venissero evidenziate tutte le qualità del melafonino. Purtroppo questo ragionamento non può essere ereditato dall’ iPhone 5, che con il passare del tempo, perde di presa sui propri stimatori. Il tutto è dovuto al fatto che ad oggi sono poche le differenze percepibili da tanti consumatori che, addirittura lo paragonano al modello precedente. Sicuramente molti si aspettavano uno smartphone superiore a quello sfornato da Apple, ma possiamo assicurarvi che ad oggi, l’iPhone 5 ha potuto dimostrare veramente poco.

iPhone 5 e la sua vera caratteristica

Partiamo dal fatto che il fiore all’occhiello dello smartphone in oggetto, è poter supportare la rete internet 4G. D’altronde l’innovazione principale è proprio circa la connessione dati. Certo sicuramente risulta più veloce rispetto al modello precedente, così come si nota la qualità del display che produce immagini qualitativamente superiore, ma in fin dei conti non riesce a marcare il passaggio dal vecchio (iPhone 4s) al nuovo(iPhone 5). Ora proviamo ad immaginare l’ Iphone 5 che sfruttando il 4G, in pochi secondi carica un video, scarica un’applicazione, o carica una pagina, insomma in quel caso la differenza tra vecchio e nuovo si noterebbe e come. Oggi in moltissimi paesi non è possibile sfruttare l’iPhone 5 totalmente dato che non sono state ancora attivate le reti 4G per gli smartphone. Per quanto riguarda l’Italia, solo Vodafone da qualche giorno ha dato l’ok al 4G sugli smartphone, Tim e Tre Italia, invece, aspettano il prossimo aggiornamento di ios 6.1.

Molti dispositivi in pericolo

Ribadiamo il discorso che una cosa per farsi apprezzare, deve anche trovarsi nelle condizioni di farlo. Se ad oggi molti dispositivi 4G, Tablet e smartphone in particolare, non sono ancora riusciti a lasciare il segno, evidentemente, per molti casi, non è stato possibile lasciarlo. Abbiamo assisto a tanti casi simili in passato, ed abbiamo visto molti protagonisti dei mercati tecnologici, non decollare mai. Naturalmente non sarà il caso dell’ iPhone 5, ma sono molti i dispositivi Lte che rischiano.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Il caso Lg Nexus 4: Chip Lte presente, manca l’antenna.



Con la tecnologia Lte che avanza giorno dopo giorno, le società che operano nel campo della telefonia, cercano sempre più di rispettare le richieste che arrivano dal  mercato. Con la rete Lte (4G) che avanza, le richieste da parte dei consumatori naturalmente cambiano. Ad oggi, gran parte dei consumatori, se dovessero acquistare un cellulare, preferirebbero acquistare un un telefonino di ultima generazione. Ad oggi se dovessimo definire uno smartphone di ultima generazione, dovremmo infatti prendere in considerazione uno smartphone predisposto alla tecnologia Lte. Per questo motivo oggi gli smartphone più quotati sono quelli marchiati Samsung, Apple, Asus, Nokia ed LG. In particolare, LG, ha da poco presentato due validissimi smartphone. Il primo si chiama  LG Optimus ed ha tutte le caratteristiche per affrontare un mercato esigente. In particolare LG Optimus ha la predisposizione alla rete 4G. Non possiamo dire lo stesso per il secondo smartphone LG, LG Nexus 4, il quale ha creato un vero e proprio caso.

Il caso Nexus 4

Disponibile in alcuni mercati da circa una settimana, il Nexus 4, ha scatenato un caso che ad oggi non ha precedenti nel mondo della telefonia. La politica LG di sfornare nell’ ultimo trimestre del 2012 uno smartphone priva di tecnologia Lte, già agli occhi dei consumatori, risultò una cosa strana, quasi un azzardo. Ma ciò che ha lasciato di stucco tutti gli appassionati del mondo della telefonia ed in particolare gli estimatori del mondo LG, è stato trovare all’interno del suddetto telefono, il Chip per la rete 4G, non potendolo sfruttare. Inizialmente nessuno credeva a questa faccenda, la quale non attirava minimamente l’attenzione dei consumatori. Il tutto è nato da una curiosità da parte iFixit, il quale come ben sappiamo, spesso si ritrova a smontare totalmente dispositivi elettronici, per studiarne tutte le caratteristiche e tutti i pezzi assemblati all’ interno. iFixit infatti, sezionando il Nexus 4, ha trovato al suo interno il Chip che riesce a supportare la rete 4G. Se vi state chiedendo se il Nexus 4, può navigare in Lte, devo subito stopparvi e contraddirvi. Infatti il solo Chip Lte non basta. Ci vorrebbe infatti un’ antenna particolare che riuscirebbe a captare le frequenza Lte, che al momento è assente nel Nexus. Non sappiamo ad oggi se LG ha in programma un aggiornamento dello “smartphone claudicante”, anche se ci risulterebbe strana se si pensasse ad un aggiornamento per uno smartphone in commercio da una settimana.

Un telefono comunque valido

Con uno schermo di poco inferiore ai 5 pollici ed un processore Snapdragon S4 Pro da ben 1500 MHz con chip grafico Adreno 320 ed un’eccezionale  memoria RAM da ben 2 GB, in Nexus 4 resta comunque uno smartphone validissimo. Se ci aggiungiamo anche la fotocamera da 8 megapixel ed il sistema operativo Android 4.2, allora cadono sicuramente tutti i dubbi. Da tenere in considerazione anche i prezzi i quali sono di 300 euro per la versione da 16Gb e di circa 400 per la versione da 32 Gb. Per tutti coloro i quali ad oggi non necessitano della tecnologia Lte, il Nexus sembrerebbe un ottimo telefonico da tenere assolutamente in considerazione.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Nokia e i suoi Lumia già pronti per la rete 4G



Il mercato della telefonia è in continua evoluzione giorno dopo giorno. Recentemente ci siamo occupati delle novità riguardanti il mondo 4G LTE, un mondo che sta muovendo i primissimi passi proprio in questi mesi. Di terminali dotati di tecnologia LTE sul mercato ce ne sono ancora pochi, eppure qualcuno potrebbe passare inosservato. Ci riferiamo ai Nokia Lumia 920 e Lumia 820. Due terminali entrambi dotati di tecnologia LTE, che non hanno avuto il giusto risalto nonostante un punto di forza quale la possibilità di navigare in 4G quando il mercato offrirà gli strumenti necessari per poterlo fare.

Nokia attende la rete 4G

Nelle ultime ore il colosso finlandese ha deciso di chiarire la propria posizione in merito alla questione LTE. Stiamo parlando di una tecnologia non ancora presente in gran parte dell’intero territorio americano, nè tanto meno in Europa o in Italia. Il procedimento di espansione di questa particolare rete è molto lento in quanto il supporto per una rete del tutto nuova, che possa garantire velocità mai raggiunte prima da uno smartphone o da un tablet in download ed in upload, non è cosa semplice. I Lumia in questo caso attendono solo che in Italia, così come nel resto del mondo, la rete 4G sia pronta. I Windows Phone hanno infatti implementato il supporto per poter navigare in 4G senza alcuna difficoltà. Il passaggio dalla rete 3G a quella 4G sarebbe immediato qualora ci fossero i presupposti per poter accedere alla rete LTE.

Navigare in roaming con il 4G?

A tal riguardo Nokia ha chiarito un punto cruciale sulla questione LTE all’estero e quindi in roaming. Quando la rete 4G sarà disponibile nel proprio Paese, Nokia rilascerà un aggiornamento che permetterà agli utenti di sfruttare appieno tutta la potenza della LTE. Il problema sorge nel momento in cui ci si sposta da un Paese all’altro. In questo caso la navigazione in 4G non sarà assicurata nè da Nokia, nè dal proprio operatore, bloccando quindi la connettività sulla rete 3G, poichè le infrastrutture della LTE sono sporadiche e presenti solo in determinati Stati.

Prospettive future

Sicuramente il progetto di poter portare la tecnologia 4G in tutti i Paesi è un progetto immane. Non si può puntare il dito contro questo o quell’operatore in particolare, in quanto stiamo parlando pur sempre di una nuova tecnologia che cambierà le vite di tutti i possessori di uno smartphone o di un tablet. Staremo a vedere nei prossimi mesi quanti Paesi avranno a disposizione la possibilità di accedere alla rete LTE. La speranza è che nel giro di qualche anno ci si potrà spostare da una Nazione all’altra senza dover rinunciare alla comodità del 4G.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.5/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)